Monumenti e lapidi

Dettaglio immagine

Ente competente:
Soprintendenza per i Beni Storici Artistici ed Etnoantropologici per le province di Modena e Reggio Emilia
Definizione del bene:
monumento ai caduti, a cippo
Luogo:
Emilia-Romagna, Ligonchio (RE), SP18
Data:
sec. XX | 1974/08/15
Autore:
scultore: Ricci Ermenegildo, 1911/ ?
Materia e tecnica:
marmo bianco/ scultura; granito; metallo
Soggetto:
allegoria del sacrificio del soldato per la Patria
Descrizione del bene:
Il monumento, posto all’incrocio della strada Busana-Ligonchio con via al Mulino, è costituito da un gruppo scultoreo in marmo bianco poggiante su un alto zoccolo di granito. Le sculture rappresentano un uomo, una donna e un bambino e sono traduzione visiva della sofferenza delle comunità montane, del loro sacrificio, in un crescendo di dolore che è muto nel volto della donna e diventa disperazione nel gesto dell’uomo. Il basamento reca l’iscrizione dedicatoria e in esso è conservata, in un contenitore di metallo, una pergamena con i nomi dei caduti, dei dispersi e dei deportati.
Descrizione iconografica:
FIGURE: uomo; donna; bambino.
Trascrizione:
basamento: CINQUECERRI/ AI SUOI CADUTI/ DI TUTTE LE GUERRE/ 15.8.1974
Notizie storico-critiche:
Il gruppo scultoreo è opera di Ermenegildo Ricci, artista di Aulla che lasciò anche una scultura nella vicina Ligonchio. Il monumento fu inaugurato il 15 agosto 1974. Nel 1998 fu restaurato a cura del comitato pensionati di Cinquecerri. Bibliografia: N. Brugnoli, A. Canovi, Le Pietre Dolenti. Dopo la Resistenza: i monumenti civili, il pantheon delle memorie a Reggio Emilia, a cura di ISTORECO, Reggio Emilia, RS Libri, 2000, p. 139. Sitografia: www.unionecomuni.re.it http://www.emiliaromagna.beniculturali.it/index.php?it/108/ricerca-itinerari/53/561
Codice identificativo:
0800602319
Nome del file:
lapidi/SBSAE_MO_S28/SBSAEMO9504_11_b.jpg
 

Immagini

Totale immagini 2