Monumenti e lapidi

Dettaglio immagine

Ente competente:
Soprintendenza per i Beni Storici Artistici ed Etnoantropologici del Friuli Venezia Giulia
Definizione del bene:
monumento ai caduti, a stele
Luogo:
Friuli-Venezia Giulia, Coseano (UD), Chiesa dei Santi Pietro e Paolo, via dell'Unione, Via dell'Unione
Data:
XX | 1928-1928/11/11
Autore:
scultore: Pischiutti Luigi, 1896/ 1952
Materia e tecnica:
granigliato cementizio; pietra calcarea d'Aurisina; bronzo
Misure:
cm 380x250x75;
Soggetto:
figura di madre col soldato caduto
Descrizione del bene:
Il monumento è addossato al basamento del campanile. Quattro pilastrini angolari in conglomerato cementizio, collegati da cordolo e catena, delimitano l'area di rispetto. Tre gradini, dei quali l'ultimo svasato, introducono all'opera vera e propria che riprende formalmente l'idea di un tempietto classico. Il basamento con cornice svasata ospita al centro la lapide bronzea ad angoli superiori svasati con i nomi dei caduti; all'esterno simmetricamente sulla pietra sono fissati i sei ovuli ceramici con le foto dei defunti. Sopra, due zoccoli sostengono i rispettivi pilastri bugnati con fascia verticale cesellata a motivi floreali. Gli zoccoli presentano superiormente gli anni della guerra e al centro rispettivamente a sinistra lo scudo sabaudo ed a destra il fascio littorio (scalpellato). L'architrave ospita l'inserto lapideo con l'iscrizione dedicatoria e termina con una cornice ad ovuli che introduce alla lunetta finale con croce greca centrale e con tre antefisse a bassorilievo poste a coronamento superiore. La parte più importante è quella centrale, inserita nello scanso rettangolare formato dalla struttura lapidea: è una lastra bronzea verticale in bassorilievo raffigurante una madre che sostiene il figlio morto in combattimento.
Descrizione iconografica:
Figure: madre; soldato. Abbigliamento: abito lungo. Oggetti: elmetto, gladio, scudo.
Trascrizione:
sull'architrave/ al centro: BARAZZETTO/ AI SVOI/ CADVTI
rispettivamente sugli zoccoli dei montanti/ in alto al centro: MCMXV// MCMXVIII
basamento/ lapide bronzea superiore: PX// CAP MAG ZAMPARO LUIGI/ SOLD PERESSI GIOBBE/ " ZAMPARO CELESTE// SOLD MATTIUSSI UMBERTO/ " POLO ALESSANDRO/ " SOLIZIZZI LUIGI
basamento/ lapide bronzea inferiore: 40 - 45// SER.M. MATTIUSSI STEFANO/ SOL. M.D'AR. PICCOLI RANIERI// SOL. CALLIGARO REMO/ DEP. ZAMPARO DANILO
lato frontale/ basamento/ presso spigolo alto a sinistra: Del Fabbro/ San Daniele
Notizie storico-critiche:
Il monumento fu inaugurato domenica 11 novembre 1928. Bibliografia: "La Patria del Friuli", martedì 13 novembre 1928. Il bassorilievo bronzeo è copia di quello del monumento di San Giorgio della Richinvelda. L'autore del monumento è Del Fabbro di San Daniele, come si evince dall'iscrizione scolpita sul basamento. Nel secondo dopoguerra vengono aggiunti i nomi dei caduti del secondo conflitto mondiale inserendo una fascia bronzea sotto e quasi a contatto della lastra originaria.
Codice identificativo:
0600166332
Nome del file:
lapidi/SBSAE_FVG_S163_S239/S163_55526.jpg
 

Immagini

Totale immagini 4