Monumenti e lapidi

Dettaglio immagine

Ente competente:
Soprintendenza per i Beni Storici Artistici ed Etnoantropologici per le province di Bologna Ferrara Forli'-Cesena
Definizione del bene:
lapide commemorativa ai caduti
Luogo:
Emilia-Romagna, Sant'Agostino (FE), Piazza Guglielmo Marconi 2
Data:
sec. XX | 1919
Autore:
scultore: Sarto Mario, 1885/ 1959
Committenza:
Comune di Sant'Agostino
Materia e tecnica:
marmo bianco/ scultura; marmo bianco/ incisione; marmo/ scultura
Descrizione del bene:
La lapide era composta di una lastra centrale coi nomi dei santagostinesi caduti, di un raffinato bassorilievo alla sommità e di due motivi decorativi ai lati. Alla purezza lineare della lastra centrale si contrapponevano le studiate linee sinuose del bassorilievo, costituito da una corona scura di alloro circondata da bianche ali spiegate, in forte contrasto cromatico. Ai lati della stele due bianche spade stilizzate si inserivano su un fondo scuro, giocando ancora sulla bicromia.
Descrizione iconografica:
SIMBOLI: corona di alloro; ali; spade.
Trascrizione:
entro corona di alloro: AI CADUTI/ NELLA GUERRA 1915-1918/ IL COMUNE/ DI/ SANT’AGOSTINO
al centro: [elenco 146 caduti]
fascia sinistra con gladio, in fondo: PROF. M. SARTO – FERRARA
medaglione in bronzo: MCMXV/ [Bollettino di Guerra del IV Novembre 1918]/ MCMXVIII
altra lapide: IL COMUNE VUOLE QUI RICORDARE / SILVIO FACCHINI DI SAN CARLO / GAETANO MORANDI DI MIRABELLO / SOLDATI DELLA CLASSE DEL MDCCCLXXIV / CHE / SU LE REMOTE SABBIE AFRICANE / NELLA BATTAGLIA DI ADUA DOLOROSAMENTE MEMORANDA / IL DI’ I MARZO MDCCCXLVI / PER LA RELIGIONE DEL DOVERE E LA DEVOZIONE ALLA PATRIA / PERDENDO LA VITA MERITARONO FAMA PERENNE / febbraio MCMIV
altra lapide: AI CADUTI NELLE GUERRE 1935-1936 E 1940-1945 / IL COMUNE DI SANT’AGOSTINO [seguono i caduti, indicati con cognome, nome e classe, elencati in ordine di classe: l’elenco è preceduto da “Medaglia d’Oro Pola Augusto cl.1921”. Di seguito ai caduti militari ci sono i “Civili”, indicati con cognome, nome, classe, in ordine di classe]
Notizie storico-critiche:
La lapide, già situata nell’atrio del Comune di Sant'Agostino, è stata distrutta Il 19 luglio 2012 nell’abbattimento controllato dell’edificio. Il provvedimento è stato preso dopo il terremoto del maggio 2012, in seguito alle gravi lesioni strutturali occorse allo stabile. Il Municipio, progettato dall’ing. Centese Antonio Giordani, era stato costruito nel 1864 da Domenico Marvelli capomastro locale e titolare di una impresa edile. A Sant’Agostino, si cominciò a parlare di una memoria ai valorosi della Prima Guerra Mondiale nell’aprile 1919, quando la Giunta Comunale deliberò di costruire una lapide da apporre all’interno della propria sede. Una volta eseguita, però, fu ritenuta troppo semplice dalla popolazione, tanto che, nell’agosto 1922, si pensò di abbellirla. Il compito fu assegnato allo scultore Mario Sarto (Codigoro 1885-Bologna 1955) che fu compensato con L 3.200. Della lapide oggi restano le testimonianze fotografiche. Sulla parete a lato si trovavano altre due stele in onore dei Caduti di tutte le guerre. Nel pavimento era lo stemma comunale, dove compariva la personificazione virile del fiume Reno con tre anfore, alludenti rispettivamente al Reno abbandonato nel ‘700 tra S. Agostino e Mirabello, al Reno deviato a Est nel Cavo Benedettino e alveo del Po di Primaro, al Reno immesso in epoca novecentesca nel fiume Po grazie allo scolmatore del Cavo Napoleonico. Sullo sfondo l’Appennino da cui nasce il fiume. Bibliografia: A. Poggiali, I segni della guerra. Lapidi e monumenti, in Provincia di Ferrara, ai caduti italiani nel XX secolo, Claudio Nanni Editore, Ravenna 2012, vol. II, pp. 267-268. Lucio Scardino (a cura di), Mario Sarto (1885-1955). Uno scultore codigorese tra Liberty e Novecento fotografie di Andrea Samaritani, Ferrara 2006, pp. 11, 45. Sant’Agostino…alla ricerca del passato… Gruppo di Ricerche Storiche Santagostinesi 1997 (?),Quaderno 1, pp. 51, 80. E. Baroni, L. Baruffaldi (a cura di), Comune di Sant’Agostino. Sfogliando le delibere 1899-1925, terzo volume, delibere 27/04/1919 e 31/08/1922. Sitografia: http://www.emiliaromagna.beniculturali.it/index.php?it/108/ricerca-itinerari/47/665 http://it.wikipedia.org/wiki/Mario_Sarto
Codice identificativo:
0800577467
Nome del file:
lapidi/SBSAE_BO_S08/SBSAEBO257487.jpg
 

Immagini

Totale immagini 3