Monumenti e lapidi

Dettaglio immagine

Ente competente:
Soprintendenza per i Beni Storici Artistici ed Etnoantropologici del Lazio (con esclusione della città di Roma)
Definizione del bene:
lapide commemorativa ai caduti
Luogo:
Lazio, Minturno (LT), Chiesa dell'Annunziata, Piazza dell'Annunziata
Data:
sec. XX | 1974/ 4/ 25
Ambito culturale:
ambito laziale
Committenza:
Comune di Minturno
Materia e tecnica:
marmo
Misure:
cm 40x40;
Descrizione del bene:
lastra di marmo murata entro cornice a stucco a forma di ferro di cavallo. Visibili tre staffe in ferro di sostegno
Trascrizione:
su tutta la lastra: I MINTURNESI / A RICONOSCENTE OMAGGIO / DEL PATRIMONIO MORALE E DELL'EREDITA' SPIRITUALE / DEI CADUTI / PER LA PATRIA / 25 APRILE 1974
Notizie storico-critiche:
La cripta della chiesa della SS. Annunziata del XIV sec., fu costruita da Gino Chierici durante i lavori di restauro che interessarono la chiesa e le sue pertinenze tra il 1926 e il '35, fortemente sostenuti da Pietro Fedele. L'architetto fece in modo che ad essa si potesse accedere sia dalla chiesa, attraverso una porticina laterale e una rampa di scale la cui ampiezza mostra chiaramente la funzione di servizio, che direttamente dall'esterno attraverso un monumentale portale in stile tardosecentesco che si apre lateralmente alla chiesa . Questo perchè lo spazio fu deputato a sacrario per i caduti della patria e i martiri della rivoluzione fascista come recita espressamente l'epigrafe all'interno del sacrario a sinistra dell'altare: "A Dio / innalziamo ferventi preghiere / per quanti caddero / nel nome santo d'Italia / e per i martiri della rivoluzione fascista / presenti / per insegnarci con il loro esempio / che vissuto è assai / chi muore per l'immortalità della patria". A questo periodo risale la lapide sopra l'ingresso esterno che con semplici parole riprende quest'ultimo concetto: "Sia santo e lacrimato/ il sangue versato / per la patria" ( (cfr. scheda n.1200944383). A questa iscrizione, forse troppo generica per indicare la intitolazione della cripta, i minturnesi vollero aggiungerne il 25 aprile 1974 un'altra in cui resero omaggio al patrimonio morale e spirituale lasciato ai posteri dai caduti per la patria. Il sacrario, insieme all'iscrizione nella navata della chiesa e quella sul fontanile (cfr. schede nn.1200944381,1200944363), entrambe relative ai caduti per la patria, destinarono l'insieme architettonico a una funzione decisamente memorialistica.
Codice identificativo:
1200944382
Nome del file:
lapidi/S168_S169_S244/StAr_Minturno_CRD18609.jpg