EVENTO - "Viaggio musicale nella Grande Guerra"

Evento - Parma

Il 19 marzo del 2016 si è tenuto a Parma, nella splendida cornice dell’Auditorium del Carmine, il concerto-evento “Viaggio musicale nella Grande Guerra”, organizzato dal Conservatorio “Boito” di Parma con la collaborazione dell’Associazione Nazionale Mutilati e Invalidi di Guerra, per celebrare il centenario del primo conflitto mondiale.

 

Il concerto, interamente dedicato a musiche scritte nel periodo 1915-1918, ha visto la “Symphonic Wind Band” eseguire un repertorio di canti la cui produzione era stata strettamente legata all'imponente macchina di propaganda che, in Italia come in tutte le nazioni europee belligeranti, era stata messa in moto per cementare lo spirito nazionale in un momento di atroci perdite al fronte e profonde crisi interne. A questi canti, perlopiù di autori e compositori provenienti dalla tradizione colta, sono state affiancate le melodie anonime, ma non per questo meno significative, dei canti alpini; un programma, dunque, dai cangianti toni, che ha affrontato vari aspetti del conflitto: l’eroismo declamato, la sconsolata nostalgia, la disillusione e la tragica realtà della guerra.

 

I Canti dell’Altopiano, ovvero i canti di trincea più conosciuti della nostra tradizione, sono stati arrangiati in Suite per Wind Band da Michele Grassani, direttore della compagine musicale, nonché allievo di Andrea Saba. Filo conduttore dell’intero evento è stata la voce del giornalista e scrittore Pino Agnetti, che con parole e immagini ha fatto rivivere la storia di Parma e dei Parmensi negli anni della Grande Guerra.

 

Sul portale 1418 Documenti e immagini della Grande Guerra si possono consultare gli spartiti musicali di alcuni dei brani eseguiti in quell’occasione:

La patria è salva”, con le musiche di Gaetano Lama e i versi di Adolfo Genise;

La patria è salva

A’ femmena suldato”, musica di Enrico Cannio e versi di Antonio Barbieri; 

A’ guerra”, musica di Ernesto de Curtis e versi di Libero Bovio;

Canta il soldatino”, musica di Gaetano Lama e versi di Adolfo Genise;  

Delusione”, musica di Rodolfo Falvo e versi di M. A. Mancini;

La canzone de la vittoria“, musica di Rodolfo Falvo e versi di M. A. Mancini.

 

E’ possibile, inoltre, rivivere le emozioni di quella giornata attraverso le registrazioni video del concerto che sono presenti su youtube.

 

Concerto